L’università per i figli di papà

UNIVERSITÀ: SEMPRE MENO STUDENTI E SEMPRE PIÙ RICCHI

Sempre meno studenti nelle università italiane e sono sempre più ricchi. E? Quanto emerge da un’inchiesta sul mondo accademico pubblicata oggi da ’La Stampa’ da cui emerge come il divario tra l’Italia e la media Ocse per tasso universitari e laureati ha ripreso ad ampliarsi. Metabolizzato il successo della riforma del ’3+2’, l’università breve, le immatricolazioni, scrive il quotidiano, ’hanno inesorabilmente cominciato a scendere. In cinque anni abbiamo perso 40 mila matricole".

Questo calo delle iscrizioni, però, non ha interessato in modo omogeneo tutte le classi sociali. "Di anno in anno le matricole scendono, portandosi appresso i giovani delle classi sociali più deboli. Gli altri – quelli con genitori laureati – crescono poco alla volta. I figli della classe media – genitori diplomati – tengono botta", scrive il giornale. Sull’emorragia dei numeri pesano le difficoltà economiche dell’ultimo anno e mezzo nonchè l’aumento delle tasse universitari da parte degli atenei che hanno reagito ai tagli dei fondi pubblici all’università.

(Fonte Apcom- La Stampa)
 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>